Italia

Category: Cultura/culture

rivista IDP
Il passaggio dall'"io" al "noi" come cambiamento e approccio politico

Il passaggio dall’”io” al “noi” come cambiamento e approccio politico

di Apostolos Apostolou* “Io”, pronome di prima persona, usato cioè dalla persona (o cosa personificata) che parla quando si riferisce a sé stessa. Il concetto di persona singolare, individuale, spirituale, come noi lo conosciamo dalla filosofia e dalla teologia cristiana, non trova spazio nel pensiero greco classico e nella meditazione di Platone, di Aristotele o […]

Da nichilista inconsapevole a nichilista pentito? Carl Schmitt e la tirannia dei valori /3

Da nichilista inconsapevole a nichilista pentito? Carl Schmitt e la tirannia dei valori /3

di Danilo Breschi Carl Schmitt e il nichilismo: storia di un rapporto controverso e mutevole? Come Carlo Galli ha ben colto, la prima fase della riflessione schmittiana, in questo analogamente al percorso intellettuale compiuto da Ernst Jünger, non si limitò a “riconoscere il nichilismo, ma volle assecondarne […] il movimento che tendeva all’equazione immediata di […]

Da nichilista inconsapevole a nichilista pentito? Carl Schmitt e la tirannia dei valori /2

Da nichilista inconsapevole a nichilista pentito? Carl Schmitt e la tirannia dei valori /2

di Danilo Breschi In apertura allo scritto originario sulla “tirannia dei valori”, ossia l’edizione limitata del 1960, Schmitt scrive che “prima, quando la dignità non era ancora un valore ma qualcosa di essenzialmente diverso, il fine non poteva giustificare il mezzo. Anzi la massima secondo cui il fine giustifica i mezzi era considerata riprovevole”. Se […]

Da nichilista inconsapevole a nichilista pentito? Carl Schmitt e la tirannia dei valori /1

Da nichilista inconsapevole a nichilista pentito? Carl Schmitt e la tirannia dei valori /1

di Danilo Breschi “Sono sempre i valori a fomentare il conflitto e a tener viva l’ostilità”. In questa frase si racchiude il cuore dell’intervento fatto da Schmitt nel 1959 nell’ambito di uno di quei seminari organizzati nella cittadina di Ebrach tra il 1957 e il 1971 dal giurista Ernst Forsthoff, allievo dello stesso giurista di […]

Polonaise nazional-populista o europeista?  Comunicazione e politica in Polonia

Polonaise nazional-populista o europeista? Comunicazione e politica in Polonia

di Roberto Valle In un colloquio con Adam Michnik pubblicata nel 1998 in Letters from Freedom, Miłozs (premio Nobel per la letteratura nel 1980) ha affermato che la libertà è anzitutto lotta contro l’uniformità. L’uniformità non è una peculiarità esclusiva dell’universo totalitario che ha imprigionato le menti nella menzogna ideologica. La democrazia post-moderna, con la […]

Buon Natale e Felice Anno Nuovo

Buon Natale e Felice Anno Nuovo

Cari lettori, care lettrici, il magazine on line dell’Istituto di Politica sospende come di consueto le sue pubblicazioni per il periodo delle festività natalizie. Gli aggiornamenti riprenderanno il 10 gennaio 2014. A tutti voi gli auguri più sinceri di Buon Natale e di un felice e prospero 2014 da parte della redazione.

Classe sacerdotale e narrazione, dal cristianesimo al comunismo

Classe sacerdotale e narrazione, dal cristianesimo al comunismo

di Apostolos Apostolou* Il sacerdote non è solo il rappresentante di una comunità nelle sue relazioni con le potenze divine, ma può essere anche il rappresentante di queste potenze di fronte alla comunità stessa. Nella storia vediamo che il sacerdozio è stato un’istituzione a sé. Divenuta un sistema. E molte volte la dignità di capo […]

Finti moralismi ed indignazioni intermittenti: lo sbeffeggiamento (estivo) della donna

Finti moralismi ed indignazioni intermittenti: lo sbeffeggiamento (estivo) della donna

di Angelica Stramazzi L’Italia è (anche) il paese dei mille paradossi, delle più disparate bizzarrie e dell’incoerenza. D’estate poi, quando il clima caldo contribuisce – e non di poco – a sciogliere inibizioni e comportamenti standardizzati, capita di assistere a spettacoli non propriamente edificanti. Come quelli che si possono “ammirare” in molti piccoli centri della […]

Tucidide, il padre del realismo politico

Tucidide, il padre del realismo politico

di Apostolos Apostolou* Di solito il realismo politico si caratterizza per il principio di privilegiare l’interesse e la sicurezza nazionale rispetto ad ideologie e problematiche morali e sociali. Tucidide vede il realismo politico con un senso più ampio, cioè come realtà storica attraverso un approccio empirico. Ma anche come l’esperienza del contatto che include le […]

Raccontare i sentimenti, ecco come i giornalisti si mettono a nudo

Raccontare i sentimenti, ecco come i giornalisti si mettono a nudo

di Angelica Stramazzi Non si è mai in ritardo quando si decide di raccontare un’emozione, un’avventura, una circostanza particolare; non si è mai fuori luogo quando si sceglie di mettersi a nudo, di proiettare all’esterno i numerosi drammi che la vita ci mette di fronte. Ma soprattutto, non si è mai troppo adulti per scoprirsi. […]

Il calcio come oppio dei popoli?

Il calcio come oppio dei popoli?

di Danilo Breschi Così parlò Karl Marx: “La religione è il sospiro della creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, così come è lo spirito di una condizione senza spirito. Essa è l’oppio del popolo. Eliminare la religione in quanto illusoria felicità del popolo vuol dire esigere la felicità reale. L’esigenza di abbandonare […]

È tutta questione d’anima, e devozione: amore come cultura, cultura come sapere, sapere come potere

È tutta questione d’anima, e devozione: amore come cultura, cultura come sapere, sapere come potere

di Danilo Breschi È notizia di fine giugno. Le iscrizioni alle facoltà umanistiche dell’università italiana stanno progressivamente calando. Un calo che riguarda anche altri paesi europei e gli Stati Uniti, ma è particolarmente notevole in Italia, dove in 10 anni gli studenti delle “aree umane” sono diminuiti del 26,8%. Nelle materie di “area sociale”, sociologia […]