Italia

Category: Osservatorio internazionale

rivista IDP
Perché la Le Pen non ha vinto (e perché non vincerà mai)

Perché la Le Pen non ha vinto (e perché non vincerà mai)

di Alessandro Campi Ora che la Le Pen ha perso viene persino facile (oltre che rilassante) spiegare perché: immaginate se avessimo dovuto spiegare perché aveva vinto contro ogni previsione? Trump ha sconfitto la Clinton sei mesi fa e, oltre ad esserci chi ancora non se ne capacita, non siamo riusciti a spiegare in modo convincente, […]

Populismo tecnocratico vs populismo sovranista: la crisi della democrazia nello specchio della Francia

Populismo tecnocratico vs populismo sovranista: la crisi della democrazia nello specchio della Francia

di Alessandro Campi La buona coscienza, l’amor proprio e il senso di giustizia dell’elettore democratico domenica sera saranno salvi, in Francia e nel resto del mondo. Se i sondaggi dicono il vero (ma spesso dicono il falso, cioè quello che una minoranza teme e una maggioranza desidera), Macron vincerà e s’insedierà all’Eliseo. Ma non avrà […]

Il mondo internazionale è ancora “ciò che gli Stati ne fanno”? Wendt e il costruttivismo negli ultimi ‘30 anni di crisi

Il mondo internazionale è ancora “ciò che gli Stati ne fanno”? Wendt e il costruttivismo negli ultimi ‘30 anni di crisi

di Davide Ragnolini Se siano gli Stati a creare l’ostilità delle relazioni internazionali o la struttura di queste a trasformare gli Stati in attori ostili, costituisce il ‘paradosso dell’uovo e della gallina’ della teoria internazionalistica. È un problema antico quanto i raggruppamenti umani, e a cui non vi è risposta affatto unanime, nemmeno tra grandi […]

La lunga partita a scacchi di Brzezinski: 20 anni dalla pubblicazione de “ La Grande Scacchiera”

La lunga partita a scacchi di Brzezinski: 20 anni dalla pubblicazione de “ La Grande Scacchiera”

di Davide Ragnolini* L’anniversario ventennale della pubblicazione del principale saggio di Zbigniew Brzezinski occasiona una sua rilettura. Diventato pietra miliare della geostrategia atlantista contemporanea, rimane oggi la cartina di tornasole indispensabile per interpretare i vettori della geopolitica statunitense agli inizi del XXI secolo.  Se l’esercizio della politica, weberianamente, si presenta come “professione”, la grande politica, […]

Ma la Corea del Nord non è la Siria...

Ma la Corea del Nord non è la Siria…

di Luca Marfé NEW YORK – Nel corso degli ultimi giorni Donald Trump e la sua amministrazione hanno mostrato i muscoli di un’America dal volto assai diverso rispetto a quella del predecessore Barack Obama. E quanto accaduto in Siria, con la pioggia di missili Tomahawk sulla base aerea dalla quale erano partiti i mezzi accusati […]

Da Trump a Emiliano: la deriva feudale dei partiti

Da Trump a Emiliano: la deriva feudale dei partiti

di Alessandro Campi* Dagli Stati Uniti alla Puglia il percorso, anche dal punto di vista politico, è particolarmente lungo. Ma chiedersi cos’abbiano in comune Donald J. Trump e Michele Emiliano non è solo una provocazione, una battuta o un gioco. Può essere uno spunto interessante, anche se eccentrico e un tantino tortuoso, per capire come […]

La trappola, ovvero perché attaccare Trump fa il gioco di Trump

La trappola, ovvero perché attaccare Trump fa il gioco di Trump

di Luca Marfé* Quella di Trump è una trappola. Una voragine che potrebbe essere ben più profonda dei 4 anni del suo primo mandato nella quale stanno già cadendo in molti, soprattutto tra le fila di analisti e commentatori. Il perché sta nella benda dell’ideologia capace di coprire anche il più saggio degli sguardi. Ideologia […]

La Nato, la Turchia, la Russia: l'Occidente davanti a Erdogan e Putin (aspettando Trump)

La Nato, la Turchia, la Russia: l’Occidente davanti a Erdogan e Putin (aspettando Trump)

di Valerio Acri La Turchia entrò nel Patto Atlantico nel 1952, appena tre anni dopo la firma dei trattati a Washington, ma fu con la fine della Guerra Fredda che i suoi destini cominciarono davvero a intrecciarsi con quelli dell’Europa. Dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica il Paese della Mezzaluna dovette sciogliere un dilemma di identità […]

La quarta volta di Angela Merkel: un azzardo politico contro il populismo dilagante

La quarta volta di Angela Merkel: un azzardo politico contro il populismo dilagante

di Alessandro Campi In un mondo instabile, nervoso ed esposto alle avventure politicamente più estreme, la stabilità istituzionale, la prudenza come base dell’arte di governo e lo spirito di moderazione sembrano essere divenute merci tanto preziose quanto rare. Se negli Stati Uniti, faro del mondo occidentale e guida simbolica del mondo, ha vinto Trump, con […]

Donald J. Trump. La sorpresa e il malessere

Donald J. Trump. La sorpresa e il malessere

Alia K. Nardini La Biblioteca Sala Borsa a Bologna, la notte delle elezioni, era stracolma. In auditorium non c’era più posto, neppure per terra. Al piano di sopra –quello con il pavimento di vetro, attraverso il quale i vedono gli antichi resti villanoviani, etruschi e romani della città—davanti al maxischermo in collegamento diretto con la […]

I giudici contro il popolo? Effetti e conseguenze del rinvio al Parlamento della decisione sulla Brexit

I giudici contro il popolo? Effetti e conseguenze del rinvio al Parlamento della decisione sulla Brexit

di Alessandro Campi L’Alta corte di giustizia di Inghilterra e Galles ha stabilito, accogliendo il ricorso di una cittadina britannica, che il Primo ministro Theresa May non ha il potere costituzionale per avviare – ricorrendo all’articolo 50 del Trattato di Lisbona – il processo di negoziazione che nell’arco di due anni dovrebbe portare, in applicazione […]

La "giustizia ad orologeria" nella corsa per la Casa Bianca: la volontà popolare al tempo della diffazione come arma di lotta politica

La “giustizia ad orologeria” nella corsa per la Casa Bianca: la volontà popolare al tempo della diffazione come arma di lotta politica

di Alessandro Campi Se può consolarci, la giustizia ad orologeria (che sarebbe meglio definire “fango ad orologeria” dal momento che con la giustizia ciò di cui parleremo c’entra poco o nulla), non è una specialità italiana, ma una regola o costante nella vita delle piccole e grandi democrazie contemporanee. Dove per spostare voti e consensi […]