Italia

Category: Osservatorio internazionale

rivista IDP
Repubblica Ceca, il ricordo della rivoluzione nel presente radical populista

Repubblica Ceca, il ricordo della rivoluzione nel presente radical populista

di Renata Gravina Vàclav Havel, protagonista della rivoluzione di velluto, come della riconciliazione ceco-tedesca,  censore del passato totalitario e bellico, ha rappresentato per i cechi un pivot geopolitico. Nonostante ciò il suo suicidio politico è stato inevitabile, forse perché da intellettuale si è voluto mescolare con la democrazia e ai dividendi è rimasta solo l’ […]

L'europeismo intermittente di Angela Merkel

L’europeismo intermittente di Angela Merkel

di Diletta Paoletti Negli ultimi mesi tanto si è detto e tanto si è scritto su Angela Merkel. Intransigente e bacchettona per alcuni, debole e poco convincente secondo altri. Ma in realtà – come spesso avviene – le cose sono più complesse di quel che sembra e la Cancelliera sta (prudentemente) giocando le proprie carte […]

Il Myanmar e gli Stati Uniti, quando il business chiude gli occhi

Il Myanmar e gli Stati Uniti, quando il business chiude gli occhi

di Fabio Polese A cavaliere tra il novembre e il dicembre scorso, dopo più di mezzo secolo, il più alto rappresentante della politica estera americana – Hilary Clinton – si è recato in Myanmar. Ad annunciare questa storica visita era stato Barack Obama in un summit sull’est asiatico, in Indonesia: in quell’occasione il presidente americano […]

Francia, gli errori di Hollande rilanciano Sarkozy

Francia, gli errori di Hollande rilanciano Sarkozy

di Michele Marchi Nell’oramai ultra cinquantenaria storia della Quinta Repubblica francese, solo un inquilino dell’Eliseo non è riuscito a fare due mandati alla guida del Paese: Valery Giscard d’Estaing. De Gaulle è stato eletto nel 1965 per il suo secondo mandato, anche se la prima elezione, del dicembre 1958, non era avvenuta a suffragio universale […]

Dopo il Nevada, verso Colorado e Minnesota

Dopo il Nevada, verso Colorado e Minnesota

di Alia K. Nardini È una vittoria sottotono quella di Mitt Romney in Nevada, in uno scenario decisamente diverso dall’agguerrita lotta della settimana scorsa in Florida. Nessun dibattito pubblico, poca pubblicità e scarso rilievo per questo caucus dunque, all’interno della battaglia per la nomination Repubblicana che vede in testa sempre più saldamente l’ex Governatore del […]

Nebbia sulla Manica: chi è (veramente) isolato?

Nebbia sulla Manica: chi è (veramente) isolato?

di Diletta Paoletti Ad oltre una settimana dal “no” espresso da David Cameron al Consiglio europeo in merito alla riforma dei Trattati, proviamo ad interrogarci sulle ragioni di questo (prevedibilissimo) strappo, che continua, eccome, a far discutere (sul Financial Times i laburisti hanno puntato il dito contro quello che definiscono un atto di “vandalismo economico”). […]

Nasce la CELAC: la nuova organizzazione regionale made by Chavez

Nasce la CELAC: la nuova organizzazione regionale made by Chavez

di Emanuele Schibotto* Nelle scorse settimane mi ritrovavo per lavoro a Caracas, in Venezuela, ed ho potuto osservare lo svolgersi – il 2 e 3 dicembre – del summit multilaterale volto ad istituire una nuova organizzazione regionale fortemente promossa dal Presidente venezuelano Hugo Chavez: la Comunidad de Estados Latino Americanos y del Caribe (CELAC). Per […]

Chi controlla le risorse nell'era del disordine globale?

Chi controlla le risorse nell’era del disordine globale?

di Federico Romanelli Montarsolo La competizione tra Stati, che un tempo si giocava sulla conquista di nuovi territori, si è spostata nell’attrarre ricchezza per garantirsi il controllo delle commodities. Anche per questo il mondo post-moderno e post-globale sembra dominato dal disordine. I conflitti tra Stati, che in passato servivano a determinare maggiore ordine ed equilibrio, […]

Il Solus Rex e i decabristi: la Russia di Putin dopo le elezioni legislative

Il Solus Rex e i decabristi: la Russia di Putin dopo le elezioni legislative

di Roberto Valle “L’arte di regnare da lungo tempo era diventata per lui il volano di un’abitudine meccanica, e la sottomissione ottenebrata del paese, dove il Peplerhus (Parlamento) brillava debolmente come un fioco e crepitante lumino di giunco, appariva una forma analoga di regolare rotazione”. Nell’arco di un decennio la Russia di Putin ha assunto […]

L’Europa di Monnet: il lungo salto dalla “tecnica” alla “Politica”

L’Europa di Monnet: il lungo salto dalla “tecnica” alla “Politica”

di Matthew D’Auria Nel maggio del 1950 il ministro degli esteri francese Schumann presentava ai suoi colleghi europei il progetto che avrebbe poi dato vita alla CECA. L’idea di fondo era di mettere assieme la gestione della produzione di acciaio e carbone di Francia e Germania – vale a dire le risorse necessarie al riarmo […]

Slovacchia vs Ungheria, il ritorno dell'etno-nazionalismo

Slovacchia vs Ungheria, il ritorno dell’etno-nazionalismo

di Renata Gravina In questi giorni  il ministro delle finanze Mikloš ed il Primo Ministro slovacco Iveta Radičova sono alle prese con le strette di rigore europeo sia in campo economico sia nell’ambito di una reinterpretazione della sovranità nazionale nel quadro della federazione europea (che ha coinvolto  la Slovacchia dal 2004, dal 2009 anche entro la […]

Amleto o il buon europeo. Sulla responsabilità politica

Amleto o il buon europeo. Sulla responsabilità politica

di Giulio De Ligio In una società votata al cambiamento, in cui tutto appare divenire, singolarità o eccezione, vi è sempre il rischio di dimenticare le più importanti questioni – o di considerarle vane e inafferrabili, come vana o nefasta appare allora quell’arte che l’uomo ha chiamato politica. È forse il caso di questo “momento” […]