Italia

Category: Osservatorio internazionale

rivista IDP
Algeria: un futuro poco prevedibile e pieno d'incognite

Algeria: un futuro poco prevedibile e pieno d’incognite

di Marco Granato Durante lo scorso settembre Il Presidente Bouteflika ha sostituito alcuni dei vertici degli apparati di sicurezza e della magistratura. Queste azioni vanno lette nell’ottica della complessa armonia dei rapporti di forza che caratterizzano lo Stato algerino, i quali ruotano attorno a tre centri di potere: la Presidenza, l’Esercito, i servizi di sicurezza. […]

E' l'Europa, fortezza! Lo psicodramma belga e la lotta al terrorismo

E’ l’Europa, fortezza! Lo psicodramma belga e la lotta al terrorismo

di Pierpaolo Arzilla (Bruxelles) e Federico  Romanelli Montarsolo (Ginevra) Minaccia imminente o patacca probabile? Finito il coprifuoco, ma con l’allerta 3 che resta in tutto il Paese, il Belgio s’interroga se ne valeva davvero la pena. I 4 giorni di emergenza maximale hanno scosso la capitale d’Europa, dubbiosa, impaurita e inquieta sulla reale portata del […]

Dopo il voto spagnolo: il cambio strutturale delle democrazie europee

Dopo il voto spagnolo: il cambio strutturale delle democrazie europee

di Alessandro Campi I popolari di Mariano Rajoy restano, nel rispetto delle previsioni della vigilia, il principale partito di Spagna: hanno ottenuto (a scrutinio completato) 123 seggi (28,7%), ben lontani dalla maggioranza necessaria per governare (nel 2011 avevano conquistato 186 deputati su 350). Dietro di loro ci sono gli storici avversari socialisti: ne hanno avuti […]

Né vincitori, né vinti

Né vincitori, né vinti

di Michele Marchi Sembra questo il verdetto del secondo turno delle elezioni regionali francesi. Andando al di là della lettura della prima ora, tutta centrata sul presunto insuccesso del Front National non in grado di ottenere la guida di almeno una regione, si può osservare che, ciascuna delle forze di quello che oramai appare un […]

Ha vinto il "fronte repubblicano", ma il Fronte nazionale non ha perso

Ha vinto il “fronte repubblicano”, ma il Fronte nazionale non ha perso

di Alessandro Campi In Francia, patria della retorica politica, lo definiscono pomposamente “fronte repubblicano”. Se non fosse lo Stato laico per eccellenza, se ne parlerebbe come di una “santa alleanza”. Quanto alla possibilità di definirla una nuova “union sacrée”, come ai tempi eroici della Prima guerra mondiale, va ricordato che all’epoca i barbari portavano l’elmetto […]

Front national: un successo che viene da lontano (non c'entra la paura)

Front national: un successo che viene da lontano (non c’entra la paura)

di Alessandro Campi Il Front national di Marine Le Pen è il primo partito di Francia. Le previsioni della vigilia, stando ai dati diffusi subito dopo la chiusura delle urne, sono state dunque rispettate. In molti ora si strapperanno le vesti, gridando al pericolo nel nome della vera democrazia. Ma prima di lanciare l’allarme bisognerebbe […]

Contraddizioni ed errori nella lotta contro il terrorismo islamista

Contraddizioni ed errori nella lotta contro il terrorismo islamista

di Alessandro Campi Dalle frontiere incondizionatamente aperte nel segno della fratellanza tra i popoli alla loro chiusura sulla spinta della paura il passo è stato decisamente breve. Spirito di Schengen, addio. Ieri si ragionava su come accogliere tutti i profughi dalle guerre mediorientali ed africane, senza badare alla loro nazionalità o fedina penale e senza […]

Il più letale virus del ventunesimo secolo

Il più letale virus del ventunesimo secolo

di Danilo Breschi Nella sera del 13 novembre, a partire dalle 21:20 circa, tre squadre di terroristi islamici, tra cui pare anche una donna, al grido di “Allah è grande” hanno compiuto una mattanza fra le strade, nei pressi dello stadio e in altri luoghi pubblici di una Parigi bollata dall’Isis come “capitale dell’abominio e […]

Dopo la commozione, ora una vera coalizione politico-militare contro lo Stato islamico

Dopo la commozione, ora una vera coalizione politico-militare contro lo Stato islamico

di Alessandro Campi La solidarietà morale, sotto forma di partecipazione collettiva al dolore in occasione di particolari tragedie, nasce spontanea e non costa nulla, ma si esaurisce in fretta e soprattutto non produce risultati pratici. Proprio i francesi dovrebbero saperlo: la sfilata dei grandi della terra per le vie di Parigi e i milioni di […]

Gli enti subnazionali cinesi e la loro importanza nello sviluppo delle relazioni internazionali

Gli enti subnazionali cinesi e la loro importanza nello sviluppo delle relazioni internazionali

di Amerigo Pochini Gli enti subnazionali cinesi, nel quadro di una politica estera determinata dal Governo centrale, stanno costruendo una rete di relazioni esterne sempre più estesa. Nel sud della Repubblica Popolare Cinese (RPC) vi sono in particolare tre città, Guangzhou, Shenzhen ed Hong Kong, che rappresentano un fondamentale asse strategico dello sviluppo economico cinese. […]

Le conseguenze internazionali della scoperta del giacimento egiziano Zohr

Le conseguenze internazionali della scoperta del giacimento egiziano Zohr

di Marco Granato Il 30 agosto 2015, l’amministratore delegato di Eni Descalzi ha comunicato la scoperta di un giacimento di gas presso il prospetto esplorativo Zohr, al largo delle coste egiziane. L’individuazione del giacimento, a fronte di una consistenza stimata di 850 miliardi di metri cubi di gas, potrebbe avere importanti ripercussioni sulla politica interna […]

Un nuovo (ma finto e segreto) Congresso di Vienna

Un nuovo (ma finto e segreto) Congresso di Vienna

di Alessandro Campi Le ricorrenze centenarie – quest’anno abbiamo avuto, per quel che riguarda l’Italia, quella importantissima della Grande Guerra – sono una manna per il mondo dell’informazione: stimolano la discussione e le rievocazioni, consentono di realizzare dossier e inchieste, con grande godimento dei lettori e degli appassionati di storia. Ma sono pericolose, dal punto […]