Italia

Category: Osservatorio italiano

rivista IDP
Si possono fare le pulci all'utopia?

Si possono fare le pulci all’utopia?

di Alessandro Campi Cosa vuoi che sia una bugia o un piccolo errore quando si tratta di fare la rivoluzione? Gentile e morbida, ma pur sempre rivoluzione? Ieri sera il M5S ha deciso, dopo giorni di confusione, liti interne ed imbarazzi, di passare all’attacco e di offrire la sua versione dei fatti. Ma quello messo […]

Lavoro senza guadagno e guadagno senza lavoro: le cattive specialità della macchina pubblica italiana

Lavoro senza guadagno e guadagno senza lavoro: le cattive specialità della macchina pubblica italiana

di Montesquieu* La notorietà data alle retribuzioni dei dirigenti del servizio pubblico radiotelevisivo risponde all’esigenza di trasparenza invocata per le pubbliche amministrazioni. Alle quali, almeno per quanto riguarda il ruolo preponderante e insostituibile del denaro pubblico e la fondamentale, pubblica missione culturale, si può ben assimilare l’azienda di viale Mazzini. Dall’operazione emergono sforamenti plurimi del […]

Vincere per vincere o vincere per governare?

Vincere per vincere o vincere per governare?

di Leonardo Raito* 1. La difficile eredità dell’antiberlusconismo. A partire dal 1994, la scena politica italiana è stata dominata dalla dicotomia “berlusconismo-antiberlusconismo”. Il cavaliere, leader del partito costruito a sua immagine e somiglianza, ha monopolizzato la politica nazionale importando stili, linguaggi, modelli organizzativi e comunicativi che hanno finito per influenzare tutti i partiti nazionali. Con […]

Referendum: perché misurarsi sulle riforme non è un azzardo

Referendum: perché misurarsi sulle riforme non è un azzardo

di Leonardo Raito* In queste settimane diversi politici e commentatori stanno parlando, in relazione alla personalizzazione del voto referendario sulla riforma costituzionale, di un azzardo di Renzi. Non avrebbe senso, secondo gli stessi, mettere sul piatto la sopravvivenza del governo perché le riforme sono una cosa più ampia che non interessa solo l’esecutivo e il […]

Perché non si possono 'spacchettare' i quesiti referendari (secondo me)

Perché non si possono ‘spacchettare’ i quesiti referendari (secondo me)

di Alessandro Campi Spacchettare per semplificare, ma anche per rasserenare gli animi. Il referendum costituzionale del prossimo ottobre si presenta, sostengono alcuni, come troppo ostico per gli elettori: un solo quesito, prendere o lasciare, per decidere su questioni molto diverse tra di loro e anche assai complesse. Si rischia di non comprenderne il merito e […]

Voto punitivo, tripolarismo e alleanze variabili

Voto punitivo, tripolarismo e alleanze variabili

di Leonardo Raito* 1. Il voto punitivo L’ultima tornata elettorale amministrativa si è caricata, come spesso accade, di una valenza nazionale importante. Mai come in questo caso il risultato politico è stato chiaro: lampante vittoria del Movimento Cinque Stelle, Partito Democratico in crisi, Centrodestra frammentato con una Lega incapace di sfondare aldilà delle tradizionali basi […]

Il fondamentalismo giustizialista del Movimento Cinque Stelle

Il fondamentalismo giustizialista del Movimento Cinque Stelle

di Maurizio Griffo La politica italiana, per quanto caratterizzata da indubbie singolarità, si svolge in un contesto comune alle altre democrazie europee, e non solo. Per intenderla, perciò, è utile guardare anche all’estero, per capire come fenomeni comuni si sviluppano e in cosa si differenziano. Anche l’emergere del movimento Cinque Stelle, che è l’elemento che […]

"Tutti contro Renzi": l'onda irrefrenabile del cambiamento ad ogni costo. Un'analisi del voto amministrativo

“Tutti contro Renzi”: l’onda irrefrenabile del cambiamento ad ogni costo. Un’analisi del voto amministrativo

di Alessandro Campi Le tendenze che delineano queste amministrative, specie se si guarda al voto delle città più importanti, sono – oltre al crollo dei votanti (poco più del 50%) – una drastica battuta d’arresto per Matteo Renzi e una vittoria politica assai significativa (e tutta al femminile) del M5S. Quanto al centrodestra, la sua […]

Sugli effetti nazionali (e di sistema) del voto locale: verso una nuova geometria politica?

Sugli effetti nazionali (e di sistema) del voto locale: verso una nuova geometria politica?

di Alessandro Campi Si sente ripetere spesso, in questi giorni, che le elezioni amministrative non hanno e non dovrebbero avere, quale che sia il loro esito, un riflesso politico nazionale. Quando si vota per scegliere un sindaco o un governatore si ragiona infatti in modo diverso da quando si è chiamati a decidere il governo […]

Comunali 2016. Spunti di riflessione

Comunali 2016. Spunti di riflessione

di Danilo Breschi Qualche considerazione sul primo turno delle elezioni comunali del 5 giugno 2016. Test elettorale non di secondo piano, se teniamo conto che in ballo vi erano, e vi sono ancora per i tanti ballottaggi, 1342 cariche di sindaco, e che vi sono coinvolte città come Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna, Cagliari e […]

L'attacco di Berlusconi a Confindustria: un altro passo falso?

L’attacco di Berlusconi a Confindustria: un altro passo falso?

di Alessandro Campi I rapporti di Berlusconi con Confindustria non sono mai stati facili. Nemmeno ai tempi di Antonio D’Amato, il presidente forse più politicamente vicino al leader di Forza Italia, con il quale condivise nel 2002, all’epoca del suo secondo governo, la sfortunata battaglia per l’abolizione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. Il Cavaliere […]

L'eredità (difficile e controversa) che Pannella lascia alla politica italiana

L’eredità (difficile e controversa) che Pannella lascia alla politica italiana

di Alessandro Campi Visto che tutti dopo morto lo lodano e lo rimpiangono, per l’importanza delle battaglie che ha condotto e per la forza dirompente delle sue idee, viene naturale chiedersi se ci sia qualcuno disposto a farsi carico, oggi o nell’immediato futuro, della cospicua eredità lasciata da Marco Panella. Essendo stato un così grande […]