Italia

Tag: Alessandro Campi

rivista IDP
Berlusconi vs Salvini-Meloni: si riapre la partita a Roma (e nel centrodestra)

Berlusconi vs Salvini-Meloni: si riapre la partita a Roma (e nel centrodestra)

di Alessandro Campi Berlusconi ha dunque cambiato candidato: da Bertolaso a Marchini. Da un lato è stato un cedimento politico nel segno del realismo, dall’altro un segno di intelligente umiltà, giunto persino troppo tardi, che cambia il significato della sfida romana e la rende finalmente interessante anche dal punto di vista del centrodestra. Fino a […]

Gridare al lupo populista? La lezione (l'ennesima) dell'Austra all'Europa

Gridare al lupo populista? La lezione (l’ennesima) dell’Austra all’Europa

di Alessandro Campi In principio fu Jörg Haider. Faccia da attore, di famiglia benestante, un parlare forbito ma diretto e spiccio, sorriso affabile e malandrino, spesso in abito tradizionale a testimoniare l’attaccamento alle radici montanare, legami sentimentalmente ambigui con la memoria del Terzo Reich, una passione esibita per le auto sportive, nessun timore reverenziale nei […]

La lotta del centrodestra a Roma: pensando alle politiche e alla successione di Berlusconi

La lotta del centrodestra a Roma: pensando alle politiche e alla successione di Berlusconi

di Alessandro Campi Pensare la politica politicamente (o almeno provarci) è la cosa migliore che si possa fare quando c’è da spiegare comportamenti e situazioni che altrimenti sembrerebbero ispirati dall’irrazionalità, dalla pura casualità o da un umore pazzo. Prendiamo il caso di Roma e, in particolare, il processo di lento ma inesorabile disfacimento del centrodestra. […]

Da Roma a Napoli: addio alla sovranità dei partiti

Da Roma a Napoli: addio alla sovranità dei partiti

di Alessandro Campi È un curioso gioco (politico) di specchi e simmetrie quello che si sta realizzando in questi giorni tra Roma e Napoli, con la crisi drammatica del centrodestra che si riflette in quella non meno preoccupante del centrosinistra, sino a sovrapporsi e a risultare speculari, dal momento che entrambe si alimentano con ogni […]

La scelta di Narciso e i tormenti del Pd: l'ennesimo psicodramma dopo le primarie a Napoli

La scelta di Narciso e i tormenti del Pd: l’ennesimo psicodramma dopo le primarie a Napoli

di Alessandro Campi Ci risiamo. Il perdente non ci sta a perdere. Contesta i risultati, chiede verifiche e presenta ricorsi. Minaccia prima di rovesciare il banco, poi di correre da solo. Stiamo ovviamente parlando delle primarie del Partito democratico: un po’ commedia degli equivoci (e degli inganni), un po’ psicodramma collettivo permanente. È un copione […]

Dopo le (deludenti) primarie di Roma: è il momento dei programmi e della politica

Dopo le (deludenti) primarie di Roma: è il momento dei programmi e della politica

di Alessandro Campi Le elezioni primarie, intese come strumento di selezione dal basso dei candidati di partito alle cariche pubbliche elettive, sono nate – si sempre sente ripetere – per favorire la partecipazione dei cittadini alla vita politica democratica e per sottrarre alle segreterie la scelta del personale politico. Ma a giudicare dal risultato emblematico […]

C'era una volta l'arte nobile del compromesso politico

C’era una volta l’arte nobile del compromesso politico

di Alessandro Campi “Compromesso” è, nella cultura italiana diffusa e nel linguaggio ordinario, una parola gravemente “compromessa”. Su di essa si addensano infatti malintesi e sottintesi. Dovrebbe indicare, nella sua accezione migliore e più corretta, la mediazione virtuosa che due parti raggiungono, magari dopo un’estenuante trattativa e avendo nel frattempo ognuna rinunciato a qualcosa e […]

Raymond Aron, l'intellettuale fuori dagli schemi

Raymond Aron, l’intellettuale fuori dagli schemi

di Corrado Ocone Raymond Aron (1905-1983), pur essendo stato uno dei pensatori più importanti e influenti del secolo scorso, è poco frequentato dalla critica italiana. Il suo modello di uomo di cultura è in effetti molto lontano dagli stilemi dominanti: non è stato né un accademico chiuso nella torre d’avorio della ricerca pura; né un […]

La guerra del duce: torna in libreria il diario mussoliniano del 1915-1917

La guerra del duce: torna in libreria il diario mussoliniano del 1915-1917

di Antonio Fiore* Dal dicembre 1915 al febbraio 1917, Benito Mussolini tenne un diario di guerra, apparso a puntate sul “Popolo d’Italia” e pubblicato poi in volume nel 1923 (e più volte edito negli anni del regime). E’ stato uno dei più precoci esempi di “letteratura di guerra”. Diversamente da altri diari e memorie, che […]

Le scadenze elettoriali del 2016: dal Campidoglio alla Casa Bianca (si parva licet...)

Le scadenze elettoriali del 2016: dal Campidoglio alla Casa Bianca (si parva licet…)

di Alessandro Campi Il 2015 è stato un anno importante dal punto di vista elettorale. Tra presidenziali, legislative e amministrative, si è votato, per limitarci all’Europa e ai suoi confini immediati, in Portogallo, Croazia, Grecia, Finlandia, Danimarca, Italia, Estonia, Gran Bretagna, Polonia, Svizzera, Turchia, Francia e Spagna. Ne sono derivati, in molti casi, risultati che […]

C'eravamo tanto illusi (ma ci siamo tanto divertiti): il romanzo di formazione di Angelo Mellone

C’eravamo tanto illusi (ma ci siamo tanto divertiti): il romanzo di formazione di Angelo Mellone

di Alessandro Campi C’era una volta la destra, divenuta oggi un nulla cosmico, dopo essersi disintegrata in mille pezzi. Ma forse c’era una volta semplicemente la politica, con le sue passioni ora ingenue ora pericolose, i suoi riti iniziatici, le sue parole d’ordine, le sue complesse formule organizzative, le sue vitali contraddizioni, le sue per […]

Dopo il voto spagnolo: il cambio strutturale delle democrazie europee

Dopo il voto spagnolo: il cambio strutturale delle democrazie europee

di Alessandro Campi I popolari di Mariano Rajoy restano, nel rispetto delle previsioni della vigilia, il principale partito di Spagna: hanno ottenuto (a scrutinio completato) 123 seggi (28,7%), ben lontani dalla maggioranza necessaria per governare (nel 2011 avevano conquistato 186 deputati su 350). Dietro di loro ci sono gli storici avversari socialisti: ne hanno avuti […]