Italia

Tag: istituto di politica

rivista IDP
Il difficile cammino del governo Monti

Il difficile cammino del governo Monti

di Alessandro Campi* E’ successo tutto così in fretta, in un tale clima di convulsione ed emergenza, tra pressioni internazionali al limite dell’ingerenza diplomatica e logoranti trattative nei palazzi del potere romano, che riesce difficile ragionare con la dovuta calma su quanto accaduto in questi giorni nella politica italiana e su ciò che ci aspetta […]

Un governo istituzionale per l'Italia

Un governo istituzionale per l’Italia

di Alessandro Campi Un Cesare post-moderno? Un populista mediatico? Un demagogo dell’epoca digitale? Macché, nell’ora del tramonto il Cavaliere s’è rivelato – smentendo una schiera di esegeti – nella sua vera natura. L’abbiamo immaginato come un innovatore eccentrico e trasgressivo, come un imprenditore geniale e risoluto piombato sulla scena politica con l’ambizione di rivoltarne consuetudini […]

E' arrivato il "dopo Berlusconi". E adesso?

E’ arrivato il “dopo Berlusconi”. E adesso?

di Alessandro Campi L’abbiamo invocato, atteso, sperato, analizzato, evocato, annunciato, ed ora che l’obiettivo è a portata di mano, ora che il desiderio sta per realizzarsi, non sappiamo che pesci prendere, non sappiamo cosa dobbiamo aspettarci e soprattutto come dobbiamo comportarci. Sto parlando – per capirci – del “dopo Berlusconi”. La fine imminente e repentina […]

Sacconi e la (cattiva) memoria degli "anni di piombo"

Sacconi e la (cattiva) memoria degli “anni di piombo”

di Alessandro Campi La storia si ripete. Magari in forma di farsa o commedia, come spiegano tutti quelli che non hanno letto Karl Marx, ma si ripete. Specie quando sul passato – antico e recente poco importa – si è steso un velo di colpevole oblio. E’ il caso della stagione cosiddetta degli “anni di […]

La Libia e Gheddafi: una strana guerra, una brutta morte

La Libia e Gheddafi: una strana guerra, una brutta morte

di Alessandro Campi La tentazione di scrivere un elogio di Gheddafi, ora che è miseramente morto ammazzato, è davvero grande. Specie se si considerano il modo con cui è passato a miglior vita e le parole – ipocrite, vigliacche e indecenti – con cui capi di governo e personalità politiche che per anni lo hanno […]

Tra Bruxelles e Lega, la porta stretta di Berlusconi

Tra Bruxelles e Lega, la porta stretta di Berlusconi

di Alessandro Campi Da dove cominciare per raccontare una giornata convulsa e difficile come quella di ieri, andata avanti tra consultazioni al massimo livello istituzionale, riunioni politiche informali e vertici di governo, indiscrezioni di stampa e susseguenti smentite, voci di crisi e rassicurazioni, decisioni prese e subito rimangiate, senza ovviamente contare le fibrillazioni della Borsa […]

La fiducia c'è. E ora?

La fiducia c’è. E ora?

di Alessandro Campi La fiducia c’è. Berlusconi  e il suo governo l’hanno ottenuta per la cinquantatreesima volta in questa legislatura. I sostenitori ad oltranza del formalismo parlamentare, che in tante occasioni hanno accusato il Cavaliere di forzare le regole e di muoversi secondo una costituzione materiale che in realtà esiste solo nella sua testa, dovrebbero […]

Il declino (comico e grottesco) del partito personale

Il declino (comico e grottesco) del partito personale

di Saro Freni Ci sono due modi di osservare la politica. Uno è quello cronachistico, pieno di dimenticabili dettagli, con una predilezione per i più folkloristici e coloriti. L’altro mira a cogliere, dalle vicende ordinarie, una tendenza di medio-lungo periodo. O, per lo meno, una riflessione teorica. Prendiamo il caso della Lega. I retroscenisti – […]

L'uomo dei simboli. Un ricordo di Giorgio Fedel (1950-2011)

L’uomo dei simboli. Un ricordo di Giorgio Fedel (1950-2011)

di Francesco Battegazzorre* Lo scorso 2 settembre è prematuramente scomparso Giorgio Fedel, scienziato della politica tra i più originali della scena accademica italiana. Quello che segue è il ricordo della sua opera e della sua figura scritto da Francesco Battegazzorre, che di Fedel è stato allievo, amico e collega. Professore di Analisi del linguaggio politico […]

Perché Steve Jobs non mi ha cambiato la vita

Perché Steve Jobs non mi ha cambiato la vita

di Alessandro Campi Vorrei spiegare ai lettori, ammesso siano interessati a un punto di vista tanto personale, per quali ragioni Steve Jobs non mi ha cambiato la vita (diversamente da quel che è accaduto a Jovanotti, a Beppe Severgnini e a quanto pare ad alcuni milioni di altre persone) e perché questo piagnisteo universale – […]

Sfiduciare Berlusconi, un anno dopo

Sfiduciare Berlusconi, un anno dopo

di Alessandro Campi Sembra di essere tornati a un anno fa, alle settimane che precedettero la resa dei conti finali tra Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi, quel fatidico 14 dicembre. L’idea di sfiduciare quest’ultimo con un voto parlamentare, per favorire la nascita di un governo istituzionale o di larghe intese e chiudere così la stagione […]

Berlusconi e gli equivoci sulla leadership carismatica

Berlusconi e gli equivoci sulla leadership carismatica

di Daniele Bronzuoli* Sembra esserci un equivoco fondamentale nel modo in cui, da un po’ di tempo e anche sulle pagine di questa giornale elettronico (cfr. l’articolo recente di Sara Zanon, Verso una politica post-carismatica), si viene articolando il dibattito attorno alla natura carismatica, o presunta tale, della leadership esercitata da Silvio Berlusconi. Come insegnava […]