Italia

Tag: silvio berlusconi

rivista IDP
Deradicalizzare la politica, un’esigenza di fondo del bipolarismo

Deradicalizzare la politica, un’esigenza di fondo del bipolarismo

di Giuseppe Balistreri Alla metà degli anni ’90 non è stato facile far emergere, dalla crisi della prima repubblica, un polo di centro-destra in un contesto come quello italiano in cui praticamente la destra istituzionale o era del tutto scomparsa o faceva timidamente capolino dentro la Dc o si manifestava in qualche minuscolo suo alleato. […]

Il possibile ricorso alle urne nel segno della democrazia digitale

Il possibile ricorso alle urne nel segno della democrazia digitale

di Angelica Stramazzi La deadline naturale è quella del 2013, data in cui il governo tecnico guidato da Mario Monti dovrebbe esaurire la funzione per la quale era stato designato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dopo le dimissioni dell’ex premier Berlusconi: mettere riparo alla tragica situazione economica (e politica) in cui, sul finire dell’anno […]

Una storia di «riluttanti»: le élites italiane di fronte alla responsabilità

Una storia di «riluttanti»: le élites italiane di fronte alla responsabilità

di Antonio Campati Un diffuso e sedimentato giudizio pubblico «contro» la politica e alcuni risultati delle recenti elezioni amministrative sembrano aver archiviato definitivamente qualsivoglia riflessione sulle élites nel (e del) nostro Paese. Termine ormai utilizzato solo con accezione negativa, nel linguaggio comune indica un gruppo ristretto di privilegiati che, insediati nel fortino della «casta» (non […]

Le ragioni profonde della crisi del Pdl

Le ragioni profonde della crisi del Pdl

di Chiara Moroni* Il recente fallimento elettorale del Pdl non è frutto inaspettato dell’avversa congiuntura politica, o comunque non lo è totalmente. Il Pdl sconta certamente l’ondata di malcontento che ha colpito tutta la politica italiana, ma i motivi della crisi che sta attraversando vanno ricercati altrove: in primo luogo, nel fallimento della prova di […]

Un uomo in canottiera. Umberto Bossi nel ritratto di Marco Belpoliti

Un uomo in canottiera. Umberto Bossi nel ritratto di Marco Belpoliti

di Damiano Palano Nella sceneggiatura per un film mai realizzato, Marco Lombardo Radice scrisse che «l’unica conquista del sessantotto è stata l’abolizione della canottiera». E, in effetti, chi volesse raccontare una sorta di storia sociale dell’abbigliamento intimo dovrebbe rilevare come, a partire dagli anni Settanta, la canottiera sia stata progressivamente soppiantata dalla T-shirt, finendo addirittura […]

Monti e le occasioni mancate del berlusconismo

Monti e le occasioni mancate del berlusconismo

di Alessandro Campi Il governo Monti è, volendo darne un’interpretazione eccentrica, lo specchio nel quale sempre più si riflettono le occasioni perdute dal berlusconismo negli anni in cui quest’ultimo ha avuto la guida del Paese. E questo forse spiega – sul registro psicologico prima che politico – il cambio di atteggiamento del Cavaliere nei suoi […]

L'ultima battaglia del Cavaliere

L’ultima battaglia del Cavaliere

di Mauro Calise* Sembrerebbe calato il sipario sulla lunga era berlusconiana. Il condizionale è d’obbligo, viste le straordinarie capacità caratteriali – e finanziarie – del Cavaliere. E visto anche che – come ormai tutti riconoscono, auspice la lectio magistralis del Molleggiato – la più vitale risorsa dell’ex-premier restano gli elettori italiani. Che lui si è […]

Dopo Berlusconi: un bilancio politico-storiografico della Seconda Repubblica

Dopo Berlusconi: un bilancio politico-storiografico della Seconda Repubblica

di Giuseppe Balistreri* La fine del governo Berlusconi evidenzia innanzitutto, con un anno di ritardo, lo sgretolamento della coalizione con cui Berlusconi era riuscito ad ottenere, a più riprese nell’arco di quasi vent’anni, la maggioranza politica nel paese. La coalizione si reggeva su tre gambe: il neonato partito Forza Italia, la Lega e Alleanza Nazionale. […]

Monti, dal governo tecnico al governo tattico?

Monti, dal governo tecnico al governo tattico?

di Michele De Vitis* Finalmente le cerimonie sono finite. Con il giuramento dei nuovi viceministri e sottosegretari, Monti dovrebbe aver chiuso definitivamente la composizione della squadra di governo e ora può finalmente dedicarsi alla missione per la quale è stato nominato e non eletto: il risanamento del Paese, diventato sempre più stringente con un default […]

Genealogia del berlusconismo. Bianciardi e l’ideologia milanese

Genealogia del berlusconismo. Bianciardi e l’ideologia milanese

di Roberto Valle Il berlusconismo declina non con un rombo, né con un lamento ma con un crepuscolo aurorale, tornando alla televisione delle origini, a Lascia o raddoppia? Il Cavaliere  sì che se ne intende e, come recita uno slogan, dopo le dimissioni  raddoppia il proprio impegno:  il berlusconismo nella sua fase terminale sembra assumere […]

Da Baget Bozzo a Ruby: ascesa e declino del berlusconismo

Da Baget Bozzo a Ruby: ascesa e declino del berlusconismo

di Spartaco Pupo* Norberto Bobbio era convinto che tra politica e cultura non vi fosse né separazione netta di compiti né corrispondenza reciproca ma semplicemente un continuo stato di attrazione e repulsione. Come dargli torto considerata la situazione attuale della politica italiana? Il rapporto tra politica e intellettuali nell’Italia repubblicana ha vissuto fasi altalenanti ma […]

Berlusconi e il trionfo (postumo) della "vecchia politica"

Berlusconi e il trionfo (postumo) della “vecchia politica”

di Saro Freni* In questi giorni, è stato più volte riproposto il famosissimo video della discesa in campo. Era il 1994. Berlusconi si presentava come l’alternativa pragmatica ed efficientista ad un ceto politico in disarmo, screditato dalle inchieste di Tangentopoli e accusato delle peggiori nefandezze: corruzione, affarismo, incompetenza. I “politici senza mestiere”, diceva il Cavaliere, […]