Italia

● In primo piano

  • Referendum: perché misurarsi sulle riforme non è un azzardo

    Referendum: perché misurarsi sulle riforme non è un azzardo

    di Leonardo Raito* In queste settimane diversi politici e commentatori stanno parlando, in relazione alla personalizzazione del voto referendario sulla riforma costituzionale, di un azzardo di Renzi. Non avrebbe senso, secondo gli stessi, mettere sul piatto la sopravvivenza del governo perché le riforme sono una cosa più ampia che non interessa solo l’esecutivo e il […]

  • Se fosse il post-Kemalismo il vero dato politico del fallito golpe turco?

    Se fosse il post-Kemalismo il vero dato politico del fallito golpe turco?

    di Federico Donelli Il fallito colpo di Stato in Turchia del 15 luglio segna immancabilmente un’altra tappa delle convulse e drammatiche vicende mediorientali, entrando prepotentemente nella storia più recente del paese anatolico. Mentre in Turchia si cerca di tornare a una normalità che risulterà diversa, tanto nella forma quanto nella sostanza, da quella di venerdì […]

  • Perché non si possono 'spacchettare' i quesiti referendari (secondo me)

    Perché non si possono ‘spacchettare’ i quesiti referendari (secondo me)

    di Alessandro Campi Spacchettare per semplificare, ma anche per rasserenare gli animi. Il referendum costituzionale del prossimo ottobre si presenta, sostengono alcuni, come troppo ostico per gli elettori: un solo quesito, prendere o lasciare, per decidere su questioni molto diverse tra di loro e anche assai complesse. Si rischia di non comprenderne il merito e […]

  • Voto punitivo, tripolarismo e alleanze variabili

    Voto punitivo, tripolarismo e alleanze variabili

    di Leonardo Raito* 1. Il voto punitivo L’ultima tornata elettorale amministrativa si è caricata, come spesso accade, di una valenza nazionale importante. Mai come in questo caso il risultato politico è stato chiaro: lampante vittoria del Movimento Cinque Stelle, Partito Democratico in crisi, Centrodestra frammentato con una Lega incapace di sfondare aldilà delle tradizionali basi […]

rivista IDP

● Osservatorio italiano

Referendum: perché misurarsi sulle riforme non è un azzardo

Referendum: perché misurarsi sulle riforme non è un azzardo

di Leonardo Raito* In queste settimane diversi politici e commentatori stanno parlando, in relazione alla personalizzazione del voto referendario sulla riforma costituzionale, di un azzardo di Renzi. Non avrebbe senso, secondo gli stessi, mettere sul piatto la sopravvivenza del governo perché le riforme sono una cosa più ampia che non interessa solo l’esecutivo e il […]

Perché non si possono 'spacchettare' i quesiti referendari (secondo me)

Perché non si possono ‘spacchettare’ i quesiti referendari (secondo me)

di Alessandro Campi Spacchettare per semplificare, ma anche per rasserenare gli animi. Il referendum costituzionale del prossimo ottobre si presenta, sostengono alcuni, come troppo ostico per gli elettori: un solo quesito, prendere o lasciare, per decidere su questioni molto diverse tra di loro e anche assai complesse. Si rischia di non comprenderne il merito e […]

Voto punitivo, tripolarismo e alleanze variabili

Voto punitivo, tripolarismo e alleanze variabili

di Leonardo Raito* 1. Il voto punitivo L’ultima tornata elettorale amministrativa si è caricata, come spesso accade, di una valenza nazionale importante. Mai come in questo caso il risultato politico è stato chiaro: lampante vittoria del Movimento Cinque Stelle, Partito Democratico in crisi, Centrodestra frammentato con una Lega incapace di sfondare aldilà delle tradizionali basi […]

Il fondamentalismo giustizialista del Movimento Cinque Stelle

Il fondamentalismo giustizialista del Movimento Cinque Stelle

di Maurizio Griffo La politica italiana, per quanto caratterizzata da indubbie singolarità, si svolge in un contesto comune alle altre democrazie europee, e non solo. Per intenderla, perciò, è utile guardare anche all’estero, per capire come fenomeni comuni si sviluppano e in cosa si differenziano. Anche l’emergere del movimento Cinque Stelle, che è l’elemento che […]

"Tutti contro Renzi": l'onda irrefrenabile del cambiamento ad ogni costo. Un'analisi del voto amministrativo

“Tutti contro Renzi”: l’onda irrefrenabile del cambiamento ad ogni costo. Un’analisi del voto amministrativo

di Alessandro Campi Le tendenze che delineano queste amministrative, specie se si guarda al voto delle città più importanti, sono – oltre al crollo dei votanti (poco più del 50%) – una drastica battuta d’arresto per Matteo Renzi e una vittoria politica assai significativa (e tutta al femminile) del M5S. Quanto al centrodestra, la sua […]

● Osservatorio internazionale

Se fosse il post-Kemalismo il vero dato politico del fallito golpe turco?

Se fosse il post-Kemalismo il vero dato politico del fallito golpe turco?

di Federico Donelli Il fallito colpo di Stato in Turchia del 15 luglio segna immancabilmente un’altra tappa delle convulse e drammatiche vicende mediorientali, entrando prepotentemente nella storia più recente del paese anatolico. Mentre in Turchia si cerca di tornare a una normalità che risulterà diversa, tanto nella forma quanto nella sostanza, da quella di venerdì […]

La nuova convergenza mediorientale: Arabia Saudita e Israele, passando per l’Egitto

La nuova convergenza mediorientale: Arabia Saudita e Israele, passando per l’Egitto

  di Shila Hosseini In Egitto nella settimana tra il 5 e il 12 aprile si è tenuto il vertice tra il re saudita Salmān e il presidente egiziano Abd al- Fattah al- Sisi. Il vertice si è concluso suscitando un’ondata di malcontento nel Paese che nei giorni successivi ha portato all’incarcerazione di 150 persone tra […]

L’Iran, i Pasdaran e le Forze Armate: i nuovi equilibri di potere

L’Iran, i Pasdaran e le Forze Armate: i nuovi equilibri di potere

di Federico Poggianti Domenica 17 aprile nel corso di una parata tenutasi nella zona meridionale di Teheran nel Giorno delle Forze Armate hanno sfilato alla presenza del Presidente Hassan Rouhani i nuovi sistemi d’arma antiaerea S-300 acquistati dalla Federazione Russa. Le immagini sono state diffuse dall’agenzia di stampa locale ISNA e raffigurano componenti meccaniche e […]

La situazione della Repubblica del Congo all’indomani della rielezione di Nguesso

La situazione della Repubblica del Congo all’indomani della rielezione di Nguesso

di Federico Poggianti La stabilità politica nella Repubblica del Congo risulta attualmente compromessa da problematiche di varia natura, che lo stesso Presidente Nguesso, rieletto alle elezioni tenutesi il 20 marzo scorso con il 60% dei voti, fatica a normalizzare. Nguesso, che ha ricoperto la carica di Presidente della Repubblica del Congo già dal 1979 al […]

Israele e Turchia: un vecchio asse per il futuro Medio Oriente?

Israele e Turchia: un vecchio asse per il futuro Medio Oriente?

di Federico Donelli Se nel 2010 una nave – la Mavi Marmara – aveva generato la rottura dei rapporti diplomatici tra la Turchia e Israele, oggi, un’altra nave – la Lady Leyla -, potrebbe aver sancito il definitivo riavvicinamento tra i due paesi, nonché aperto a nuovi scenari, fino a poche settimane fa inimmaginabili, per […]

● Cultura/culture

L'Europa di Carlo Magno:  Germania Europea o Europa germanica.

L’Europa di Carlo Magno: Germania Europea o Europa germanica.

di Marino Freschi Berlino. In questi giorni in cui si parla molto di Brexit non poteva mancare la “Germanentry”, ovvero l’entrata della Germania a gamba tesa nel contesto europeo. È un evento, che potrebbe impaurire alcuni, infastidire molti, rallegrare pochi. Ma perché poi? In fondo è un ritorno allo spirito europeo degli anni Cinquanta quando […]

L'Italia e la sindrome del complotto permanente

L’Italia e la sindrome del complotto permanente

di Cinzia Ficco “Quando la società soffre sente il bisogno di trovare qualcuno a cui attribuire il suo male, qualcuno su cui vendicarsi delle sue delusioni”. Emile Durkheim “L’Italia è un Paese pericolosamente incline al complottismo, alla dietrologia, alla misteriologia dai tratti superstiziosi. La schiera dei sospettosi, degli uomini saggi che non la bevono, teorizzati […]

Martin Heidegger: Roma, due aprile 1936, il grande congedo

Martin Heidegger: Roma, due aprile 1936, il grande congedo

di Marino Freschi All’inizio del ‘900, in un paio di decenni la poesia tedesca con Stefan George, Rilke, Trakl e gli espressionisti aveva imposto alla civiltà intellettuale, estetica e filosofica, tedesca una apertura spirituale che segnò profondamente il suo principale rappresentante Martin Heidegger, che, avviluppato nella crisi originata dalla sua opera più imponente, Essere e […]

La comunicazione politica nell'era dei social: nuovi strumenti richiedono nuovi linguaggi e nuovi contenuti

La comunicazione politica nell’era dei social: nuovi strumenti richiedono nuovi linguaggi e nuovi contenuti

di Chiara Moroni* Il cambiamento che ha subito negli ultimi anni la comunicazione politica è ormai evidente, però più a chi analizza la comunicazione che ai suoi protagonisti, i quali, in massima parte, fanno fatica a comprendere le potenzialità, ma anche i rischi di questi strumenti in continua e rapidissima evoluzione. Il web e soprattutto […]

C'era una volta l'addetto stampa. Come (e perché) è cambiata la comunicazione politica

C’era una volta l’addetto stampa. Come (e perché) è cambiata la comunicazione politica

di Chiara Sirianni* La parola chiave è disintermediazione e coinvolge, da un lato, attori politici immersi in un processo comunicativo costante e permanente, dall’altro, 26 milioni di utenti attivi su Facebook (solo in Italia) e circa quattro milioni attivi su Twitter. È un pubblico immenso che guarda, ascolta, commenta e condivide. Quelli che si definiscono […]

● Letture e recensioni

Alla (ri)scoperta del Thomas Mann "politico"

Alla (ri)scoperta del Thomas Mann “politico”

di Marino Freschi Nel febbraio 1947 la Casa editrice Fischer (ancora a Stoccolma dove era emigratadalla Germania nazista) dà alle stampe il Doctor Faustus, l’atteso romanzo di Thomas Mann, che viene rapidamente tradotto in Italia grazie a Lavinia Mazzucchetti, germanista, amica dell’autore e collaboratrice di Mondadori. Successivamente lo scrittore rimette le mani al suo impegnativo […]

Carl Schmitt e l’abisso del potere: in traduzione italiana le sue conversazioni del 1971 con Dieter Groh e Klaus Figge

Carl Schmitt e l’abisso del potere: in traduzione italiana le sue conversazioni del 1971 con Dieter Groh e Klaus Figge

di Giuseppe Perconte Licatese Dicembre 1971. Due giovani studenti siedono nel soggiorno di una casa a Plettenberg, nel Sauerland. Intorno a loro, un’imponente biblioteca che nella sua storia è sopravvissuta, con perdite, alle annessioni francesi dopo il crollo del Secondo Impero, alla fine burrascosa di un primo matrimonio e alla requisizione da parte dell’autorità militare […]

La politica estera italiana negli anni della Seconda Repubblica: l'analisi di Emidio Diodato

La politica estera italiana negli anni della Seconda Repubblica: l’analisi di Emidio Diodato

di Damiano Palano In una calda serata romana dell’estate 1915, mentre percorreva per via Nazionale, Francesco Saverio Nitti ebbe modo di incrociare l’allora Presidente del Consiglio Antonio Salandra, che – come ogni giorno, al termine della giornata di lavoro – compiva una lunga passeggiata igienica per rientrare nella sua abitazione di via Carducci. Invitato da […]

Di fronte alla crisi: il ceto medio in Italia

Di fronte alla crisi: il ceto medio in Italia

di Danilo Breschi Il volume di Roberta Sassatelli, Marco Santoro, Giovanni Semi (Fronteggiare la crisi. Come cambia lo stile di vita del ceto medio, il Mulino, Bologna 2015, pp. 338, € 28) è il frutto di una vasta ricerca promossa dal Consiglio Italiano per le Scienze Sociali e condotta tra numerose famiglie di ceto medio […]

Quando è la storia che spiega l'attualità politica. In libreria l'innovativa ricerca di Marco Almagisti

Quando è la storia che spiega l’attualità politica. In libreria l’innovativa ricerca di Marco Almagisti

di Alberto Gasparetto Come sono cambiate le principali culture politiche italiane nel passaggio dalla Prima alla Seconda Repubblica? Come sono sopravvissute sino ad oggi? Sotto quale forma si presenta il capitale sociale oggi? Mediante quali criteri una democrazia di qualità può essere definita tale? E’ possibile parlare di democrazia di qualità con riferimento al caso […]