La pandemia e la pèsca. Le trappole dell’universalismo e la concretezza della vita

di Davide Lampugnani
È difficile non ricordare le settimane del primo lockdown italiano. Giornate intere chiusi in casa scrutando dalle finestre le strade deserte. Le ambulanze che sfrecciavano con le sirene accese trasportando i contagiati verso gli ospedali. La preoccupazione di non riuscire a trovare…

L’attitudine identitaria e l’autoapprofondimento dell’Europa

di Giulio De Ligio
Gli europei non sono ben disposti ad affrontare la questione della loro identità collettiva. Forse sarebbe più onesto dire che diffidano, o disperano, di sé stessi. Sembra così che un testo sulla “’identità europea” non possa oggi partire, ad esempio, da Aristotele, san…

Koinonìa – Per l’approfondimento dell’attualità storica

di Giulio De Ligio

Con il libro di Arpad Szakolczai Il gioco permanente con i limiti. La pandemia, il malinteso dell’universalismo e gli imbrogli della teoria economica, la casa editrice romana Ensemble, fondata nel 2011 e presieduta da Matteo Chiavarone, inaugurerà dopo Pasqua la collana «Koinonìa»….

Da Conte a Letta: la fatale deriva oligarchica dei partiti italiani (o di quel che ne resta)

di Alessandro Campi
Per chi abbia letto o anche soltanto orecchiato l’opera di Roberto Michels – un tedesco-renano innamorato dell’Italia, autore nel lontano 1911 di un classico della scienza politica intitolato Sociologia del partito politico – non suonerà strana l’idea che i partiti –…

Pedanteria filologica e media: qualche divertita postilla sul “caso Naval’nyj”

di Carlo Pulsoni
Non ho mai amato i film di James Bond, anche se dalla loro visione devo constatare che gli avversari del protagonista, gli agenti segreti del KGB, sono degli assi rispetto a quelli reali della Russia, a giudicare dalle notizie fornite dai media.

Prendo come caso emblematico l’episodio…

L’Italia e la crisi: il paradosso di un pentapartito senza partiti

di Alessandro Campi
L’esito secondo alcuni più probabile di questa pazza crisi potrebbe essere una riedizione del vecchio pentapartito (con o senza Conte alla sua guida). Ma con una paradossale novità rispetto alla formula in auge ai tempi della Prima Repubblica: sarebbe infatti un pentapartito……

Una reazione eroica all’apatia della modernità: Mishima e lo spirito del samurai

di Carlo Marsonet
Leggere, studiare, riflettere sul pensiero di un autore che non appartiene alla propria tradizione culturale può essere sommamente istruttivo, benché complicato. Ancor più complesso, tuttavia, è passare alla fase successiva, ovvero alla comprensione di un siffatto alternativo sistema…

Giuseppe Conte: un enigma politico che non nasconde alcun segreto

di Alessandro Campi
Ai tanti misteri della storia d’Italia da tre anni se n’è aggiunto uno assai intrigante: Giuseppe Conte. Mistero non giornalistico-giudiziario, nulla dunque a che vedere con i morti eccellenti e i tentativi di eversione che hanno scandito la vita della Repubblica, ma schiettamente…

L’ambiguità della giustizia sociale e i pericoli per la libertà. Alberto Mingardi su Hayek e il tribalismo

di Carlo Marsonet
L’espressione “giustizia sociale” è tanto pervasiva quanto si presta a molteplici usi (e abusi). Sotto tale ombrello, infatti, è possibile farci stare un po’ tutto: un rimedio per ingiustizie e diseguaglianze economiche, discriminazioni di genere, di appartenenza razziale…

L’americano che studiava Mussolini. Un convegno in ricordo di Anthony J. Gregor

di Alessandro Campi
Anthony James Gregor (a sinistra nella foto), storico e politologo, è scomparso il 30 agosto 2019 alla veneranda età di novant’anni, ma la notizia della sua morte è passata del tutto sotto silenzio in Italia. Un vero peccato, ma non una stranezza. Gregor, nato a New York nel…