Il fascino del vecchio unilateralismo: una replica ad Angelo Panebianco

di Davide Ragnolini
Nel suo articolo apparso il 10 febbraio 2019 sul “Corriere della Sera”, intitolato Il fascino dei Paesi illiberali, il prof. Angelo Panebianco osservava con lucidità e apprensione una certa deriva nella politica estera della nostra penisola. L’Italia giallo-verde è presentata…

Tutto in movimento, ma nulla (per il momento) cambia: un’analisi del voto abruzzese

di Alessandro Campi
Nessuna sorpresa nelle urne, nessun cambiamento politico all’orizzonte. Almeno in tempi brevi. Dopo tanti sondaggi, il primo voto reale del 2019 (in Abruzzo) ha confermato quello che in realtà era nell’aria da tempo: la Lega salviniana macina consensi crescenti, ormai anche…

Le polemiche sulle foibe, le opposte memorie, il senso comune storico: qualche riflessione nel Giorno del Ricordo

di Alessandro Campi
Oggi si celebra il Giorno del Ricordo, istituito con legge dello Stato nel marzo 2004 per commemorare le vittime italiane delle violenze consumatesi sul confine orientale tra il 1943 e il 1947: prima i rastrellamenti, le fucilazioni e gli ‘infoibamenti’ operati dai partigiani…

Alla ricerca del riformismo socialista. Un caro estinto? Riflessioni a partire dal libro di Rino Formica

di Salvatore Sechi
La riflessione storica sul socialismo italiano è stata sempre scarsa e inadeguata. Con poche eccezioni, lo si è considerato un tema da affidare alla pamphlettistica, a controversie personali, anche tra dirigenti, ad esaurirlo in una storiografia regionale o umbratile. Il risultato…

Verso il voto in Abruzzo: potrebbe accadere di tutto, ma alla fine non accadrà nulla

di Alessandro Campi
E’ una regola non scritta della politica democratica (ma un po’ anche un innocente gioco di società) che certe consultazioni locali siano in grado di condizionare e anticipare, per qualche strana alchimia che sfugge agli esperti di marketing elettorale, il voto a livello nazionale….

Un’altra idea dell’Europa. Per continuare a credere in un ideale

di Valerio Acri
“L’Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto”. Quando il 9 maggio 1950 l’allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman prese la parola nella Sala dell’Orologio…

Giuseppe Tatarella, o della destra perduta

di Alessandro Campi
C’è una foto di Pinuccio Tatarella candidato alle elezioni politiche del 1968 (ma in quell’occasione non venne eletto) dalla quale si può partire per cercare di spiegarne la peculiare personalità politica. Lo ritrae sorridente, con un microfono in mano, accanto ad un’auto…

La politica estera italiana e le acrobazie ideologiche del governo giallo-verde

di Alessandro Campi
Lo sfaldamento dei partiti tradizionali e delle culture politiche che li sostenevano tra le sue conseguenze negative ha prodotto anche lo sfilacciarsi della politica estera italiana. I suoi ancoraggi tradizionali – a partire da quello euro-atlantico – si sono indeboliti. Le sue…

Partiti deboli producono una democrazia debole: qualche riflessione su una banale verità

di Alessandro Campi
Può una verità mille volte ripetuta e ampiamente condivisa rivelarsi, se non una falsità vera e propria, una verità parziale o di comodo? Prendiamo ad esempio il ritornello secondo il quale nelle democrazie contemporanee, dominate dalla comunicazione istantanea e dal ruolo decisivo…

Due anni di Trump: ma come sta l’economia Usa?

di Luca Marfé
NEW YORK – Donald Trump, anno 3, giorno 1.

Sono trascorsi 2 anni esatti da quell’Inauguration Day del 20 gennaio 2016 che, per svariati versi, è destinato ad entrare nella storia degli Stati Uniti.

Un giuramento cupo ma orgoglioso, impopolare ma fiero, addirittura osteggiato…